La start-up è riuscita ad ottenere un contributo per le attività di ricerca e sviluppo in collaborazione con la Fondazione Bruno Kessler.
L’obiettivo del piano industriale è la realizzazione di un servizio di Transaction-based Digital Service (TBDS) attraverso la creazione di componenti e metodi per la configurazione di un protocollo DLT CherryChain, strumenti applicativi e di interfacciamento con i sistemi di comunicazione tra gli operatori presenti in una ecologia del ciclo attivo.
Per il raggiungimento di tale obiettivo la società svolgerà attività di ricerca industriale, miranti all’acquisizione di nuove conoscenze e competenze per lo sviluppo, avviando di conseguenza anxhe attività di sperimentazione per la combinazione dei nuovi saperi tecnologici e di business utili alla generazione di prodotti pilota per test in ambiente controllato e/o che riproducono condizioni operative reali per il perfezionamento tecnico e la convalida di prodotti e servizi.
Da un punto di vista tecnico-scientifico il progetto intende perseguire sfide nell’ambito della modellazione dei protocolli Blockchian, Distributed Ledger Technology e Smart Contract utilizzando avanzate tecniche di sviluppo.
Il progetto Protocollo DLT CherryChain è stato rituento finanziabile in base al L.p. 13 dicembre 1999 n.6 ss.mm. art 5. della Provincia Autonoma di Trento, secondo delibera n.333 del 18 dicembre 2019 agenzia APIAE, per un importo del contributo complessivo di 1.359.498,50.